UNA NATIVITA’ PER “ECODIDATTICA”

Nell’incantevole cornice della cappella in stile eclettico dell’Istituto Maria Immacolata a Taranto si è tenuta, nel pomeriggio del 6 gennaio, la manifestazione conclusiva della XXIX edizione della mostra di Arte Presepiale, presentata dalla brava Maria Pia Intini. L’evento si è arricchito della performance canora dell’artista Miriam Serio, soprano tarantina dal repertorio versatile con alle spalle, nonostante la giovane età, un ricco curriculum. In mostra erano esposti i presepi di abili artigiani, che con esperienza pluridecennale hanno nel tempo realizzato veri e propri capolavori artistici, con caratteristiche peculiari della nostra terra. Spesso infatti le ambientazioni in cui si muovono i personaggi della Natività rappresentano tipici scorci cittadini -San Cataldo, il Castello, la Marina…- ed anche le scenette ricostruite sono ricorrenti nei nostri quartieri popolari: pescatori con le reti, donne al mercato o venditori di “pummarole”.

Tra i tanti capolavori esposti anche un piccolo presepe realizzato da alcuni alunni del Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” di Taranto. L’opera, voluta dal Dipartimento di Sostegno e su ideazione della professoressa Simeone, è stata prodotta unicamente con materiale di scarto, secondo la scelta ambientalista del riuso e valorizzazione dei rifiuti. “In fondo- afferma la professoressa Della Ricca, componente del team di lavoro dello stesso Istituto per il progetto in rete “Ecodidattica”- lo scarto è un valore relativo, così come la diversità: nella nostra scuola si fa attenzione alle potenzialità di ciascuno, intese come valore assoluto e non relativo alle altrui capacità. Non interessa sapere se si è più o meno bravi del compagno, ma quanta voglia si ha di lavorare assieme per imparare!”presepe2

Per realizzare il presepe, gli alunni Francesco Bando, Mattia Bruno, Riccardo Paladino, Sara Russo, Alberto Semeraro e Chiara Ubaldini, utilizzando come materia prima carta straccia, una cassetta in legno -quella da fruttivendolo, per intenderci- rotoli di carta igienica e foglie secche, hanno riprodotto con la tecnica della carta pesta una grotta con i personaggi della Natività, angioletti compresi. Alla manifestazione di premiazione dei presepi, a rappresentare i compagni ed a ritirare il diploma di partecipazione, è andato l’alunno Mattia Bruno, accompagnato dai propri genitori.

Prof. Della Ricca – Liceo Vittorino da Feltre